Castel del Rio

Castel del Rio sorge a oltre 900 metri sul livello del mare lungo il corso del fiume Santerno, a 25 km a monte della città di Imola.

È un piccolo borgo montano che si contraddistingue per un territorio variegato costituito da differenti tipologie ambientali. Sono famosi soprattutto i suoi secolari castagneti che producono il delizioso "marrone di Castel del Rio", frutto che ha ottenuto il riconoscimento europeo di Indicazione Geografica Protetta.

I primi insediamenti risalgono al periodo celtico compreso fra il V e VI secolo a.C. come testimonia il ritrovamento di tombe con corredi funebri risalenti a quell'epoca, mentre la fondazione dell'attuale capoluogo, con il nome di Massa di S. Ambrogio, si attesta attorno ai secc. VI e VII quando alcune famiglie di origine lombarda si accamparono su questi terreni per sfuggire all'invasione dei barbari.

A partire dal X secolo si riscontra la nascita di fortificazioni e rocche e la variazione della toponomastica in Castrum, da cui il nome Castrum Rivi dal quale discende l'odierno Castel del Rio. Molte di esse sono ancora visibili sul territorio, meta di turisti e visitatori ogni anno.

Nell'anno 1076 il castello passò nelle mani di Matilde di Canossa e successivamente, dopo varie vicissitudini, l'imperatore Ottone IV investì la famiglia Alidosi del feudo di Massa di S. Ambrogio, che contribuì allo sviluppo del borgo governandolo per oltre quattrocento anni.

Proprio in questi 4 secoli, a cavallo tra il tardo Medioevo e il Rinascimento, il borgo conobbe il suo massimo splendore grazie alla costruzione di grandi monumenti che ancor oggi si possono ammirare. A fine 1400 iniziano i lavori per la costruzione del Palazzo Alidosi, l'attuale sede del Municipio, opera grandiosa progettata presumibilmente dal Bramante (o da Francesco da Sangallo) e rimasta incompiuta per la mancanza di risorse all'avanzare delle opere e degli eventi.
Contemporanea è la costruzione del Ponte Alidosi, commissionato da Obizzo, fratello regnante di Francesco, ed iniziata nel 1499.

Con la conclusione della dominazione da parte degli Alidosi il borgo passa sotto l'influenza dello Stato Pontificio prima e delle truppe francesi poi, che elevano Castel del Rio a Distretto.

Purtroppo in epoca contemporanea, durante il secondo conflitto mondiale la zona ha subito disagi e distruzioni da parte dei bombardamenti alleati, essendo situata lungo il percorso della linea Gotica.

borgo di Castiglioncello - firenzuola (fi)  - vecchio paese

Per le foto originali si ringrazia:
http://www.flickr.com/photos/9506901@N08/2667448170/
http://www.flickr.com/photos/10799922@N03/2308901991/
http://www.flickr.com/photos/10799922@N03/4626164941/